Il Borgo di Pentedattilo

Bed & Breakfast

Il Borgo di Pentedattilo

I

l paese di Pentedattilo ( trovate come arrivarci!), deve il nome alla spettacolare rupe che lo incornicia, protendendo le cinque dita (dal greco Pentadaktylos – cinque dita) di una misteriosa mano verso il cielo.

Siamo fra il Mare Jonio e l’Aspromonte, nel cuore di uno dei gioielli dellarea grecanica, ai piedi della rupe del Monte Calvario, in un luogo in cui la bellezza naturalistica e del paesaggio ispirano grandi emozioni, mentre le antiche radici di appartenenza di Pentedattilo all’isola culturale ellenofona, fanno ben comprendere il ruolo che la storia e la cultura magno-greca qui hanno esercitato!

Questo piccolo borgo, oggi all’apparenza abbandonato ha una antica Storia. 

Fondato dai Calcidesi intorno al 640 a.C., divenne un importante centro commerciale e militare sotto la dominazione romana per la sua posizione geografica.

A seguito del distruttivo terremoto nel 1783 e dei successivi eventi naturali e storici, il paese man mano venne abbandonato dai suoi abitanti. Oggi, la straordinaria bellezza di questi luoghi unita all’intraprendenza di molti giovani e dell’associazionismo locale (leggasi Associazione Pro-Pentedattilo e tutte quelle attività che ne sono conseguite), sta portando alla RINASCITA e valorizzazione di questi luoghi, in ottica di sostenibilità ambientale ed inclusione sociale!

Il piccolo Borgo ha ripreso vita grazie all’apertura di piccole botteghe artigiane ricavate in case locali ristrutturate,  all’apertura del Museo delle Tradizioni Popolari – il MuTrap –  dove si possono scoprire oggetti caratteristici della vita rurale dei luoghi, al Piccolo Museo-Negozio del Bergamotto di Pentedattilo (il Bergamia di Pentedattilo), che racchiude alcuni antichi strumenti utilizzati per estrarre la pregiata essenza del Bergamotto, ma vende anche degli ottimi prodotti naturali che come base utilizzano il bergamotto ed i suoi derivati.

Alcune abitazioni abbandonate poi, sono state recuperate e trasformate in alloggi collegati ad una rete di  ospitalità diffusa, che ogni anno richiama sempre più appassionati del genere.

Da non mancare poi, una visita alla Chiesa della Candelora, alla Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, per riuscire a carpire tracce di storia del Borgo che fu.

Da non dimenticare poi di fare una visita agli antichi ruderi al castello e alla Casa degli Alberti, per sentire le  leggende e le storie intorno alla Strage degli Alberti, una storia tragico-sentimentale risalente al 1686 che ha fornito l’ispirazione ad alcune opere letterarie e cinematografiche.

 

Narrano le leggende che il fantasma del marchese Lorenzo Alberti ancora si aggiri fra la rupe e il Borgo chiedendo vendetta: chissà che non riusciate a vederlo anche voi!

Eventi da non perdere a Pentedattilo.

Se visitate Pentedattilo nel periodo estivo, non tralasciate di assistere a due importanti Eventi Internazionali che qui si svolgono:

Il Pentedattilo Film Festival  – Il Festival Internazionale di cortometraggi;

Il Paleariza – Il Festival etno-culturale-musicale dell’area grecanica calabrese, una rassegna di grande importanza, riconosciuta dal 2011 dal Ministero del Turismo quale Patrimonio d’Italia.

Ora forse è più chiaro perchè Pentidattilo, non potete proprio perdervelo, fra un trekking in zona e un di relax sulla vicina spiaggia di Annà di Melito Porto Salvo!

E’ questa la Calabria che non ti aspetti di trovare ma esiste! Una terra ricca di miti, leggende, storie popolari, di una bellezza selvaggia, di grande ospitalità, ricca di valori e saperi antichi!